lunedì, agosto 28, 2006

Il viaggio è finito

Il viaggio è finito. Domani riconsegneremo l'Impala, l'auto che ci ha portato a spasso per gli Stati Uniti.
E' vero, mancano ancora due giorni di vacanza ma quando l'altro giorno a Los Angeles dopo aver attraversato la città siamo sbucati sul mare di Santa Monica ho provato un po' di tristezza perchè non ci sarebbero più stati pick up impolverati, piccole cittadine in mezzo alle praterie con ristorantini da film dove fare colazione, bufali che attraversano la strada, paesaggi sconfinati che si aprono al di là delle cunette con la strada dritta che li taglia per metà senza nessuna curva per miglia e miglia.
Negli ultimi giorni dopo aver visitato i parchi siamo stati a Las Vegas, Los Angeles ed ora San Francisco.

Per descrivere Las Vegas non ci sono parole, deve essere vista di giorno con il suo caldo torrido come di notte con le sue mille luci e i mille colori. Terribilmente finta ma allo stesso tempo attraente: ogni edificio un hotel a tema, ed ogni hotel ovviamente un casino con un sacco di gente che gioca a qualsiasi ora del giorno e della notte. Molto carini in particolare il New York e lo spettacolo con le fontante d'acqua del Bellagio.
Anche noi ovviamente abbiamo tentato la fortuna ma non siamo stati baciati; forse erano troppo pochi i dollari "investiti" per fare il colpaccio; in ogni caso dopo cinque minuti avevamo già perso due dollari senza nemmeno riuscire a giocarli ed eravamo già stati fermati dalla security perchè credeva che Martina non avesse ancora compiuto 21 anni... sarà l'effetto del sole che picchia in testa alla gente di quelle parti ;-)

Los Angeles non ci ha impressionato più di tanto ma forse non le abbiamo dedicato il tempo necessario per apprezzarla e ci siamo limitati a visitare la Hollywood Boulevard con le stelle dei VIP nel marciapiede e il piazzale davanti al teatro degli Oscar con le le impronte di mani e piedi di alcune delle più importanti star di Hollywood,

Ora siamo a San Francisco e ci miaschiamo tra i turisti. Non ci sono più quegli americani così cordiali e simpatici che trovavamo le settimane scorse e che rimanevamo a bocca aperta dopo averci chiesto quale fosse il nostro viaggio. Nei prossimi giorni visiteremo la città: Golden Gate Bridge, Alcatraz, il molo 39, le strade in pendenza, i cable car.

Stasera quindi abbiamo svuotato la macchina ed ogni depliant preso nei parchi o nelle città ed ogni gadget acquistato in queste settimane era un ricordo di una giornata intensa passata qui; c'era davvero tanta roba, siamo partiti da New York con una valigia e uno zaino a testa ed ora avevamo bagagliaio e sedili posteriori pieni... è tempo di ricominciare davvero a fare di nuovo le valigie, il viaggio è finito... ma che viaggio!

4 commenti:

dedo.king@katamail.com ha detto...

Beato te! Io ho intenzione di partire con altri 4 amici al seguito il prossimo luglio, pensavamo di affittare un pulmino 9 posti per stare larghi. l' idea è quella di partire da new york e arrivare a san francisco. Sarebbe fantastico poter avere suggerimenti, informazioni utili , siti da visitare a riguardo ecc. io sono ancora all' abc. grazie.

Thomas ha detto...

Abbiamo sempre sognato di fare il vostro viaggio, ma ci siamo "accontentati" di farlo in due mega tappe EST e OVEST. Complimenti.
Interessa scambio link?
Ciao.

bed and breakfast firenze ha detto...

Gli USA devono essere una meta davvero fantastica

villaggi sicilia ha detto...

E' davvero un peccato quando un viaggio finisce